Prezzo dell’olio extravergine: quanto costa un buon olio d'oliva?

Spedizione gratuita sul primo ordine.

Per il tuo primo ordine Frantoi d'Italia ti omaggia della spedizione.

Registrati ora
0

Prezzo dell’olio extravergine: quanto costa un buon olio d'oliva?

Ognuno di noi si sarà chiesto almeno una volta come mai i prezzi dei diversi tipi d’olio extravergine d'oliva variano così tanto. Perché 1 litro di una qualità d'olio può costare meno di 4 € e 1 litro di un'altra qualità arrivare fino a 30 €? Cosa avrà di speciale quest'olio per valere così tanto? Davanti a questo ampio ventaglio di prezzi, anche i consumatori più attenti possono sentirsi disorientati.

Come si calcola il prezzo dell’olio di oliva?

C'è un valore limite da considerare quando si acquista una bottiglia d'olio d'oliva: un litro di extravergine italiano di qualità, prodotto con olive italiane, non può costare meno di 8 €. E il motivo è davvero molto semplice: sotto questa soglia un qualsiasi produttore artigianale, attento alla qualità, non può fisicamente avere un ritorno. Il modo più semplice di spiegare il perché è scomporre questa cifra negli elementi che, in media, compongono una bottiglia:

frantoiditalia_prezzo_olio_buono

Questi costi possono variare a seconda se sostenuti da una multinazionale a un'azienda italiana medio-piccola. La multinazionale può acquistare l'olio in enormi quantità direttamente sul mercato internazionale e poi riesce a confezionarlo e a distribuirlo riducendo al minimo le spese. Essendo però spesso olio proveniente dall'esterno risulta essere di qualità organolettica modesta e standardizzata.

Al contrario, le aziende italiane medio-piccole che puntano sulla qualità utilizzano le olive del territorio e gestiscono personalmente l'intero processo, senza i vantaggi dell'economia di scala e affrontando rischi di impresa e costi di produzione più elevati. Il risultato è sovente un olio di fascia medio-alta dalle spiccate proprietà salutistiche e dal profilo aromatico peculiare e distintivo, ma inevitabilmente più costoso da produrre, quindi da vendere.

Allora, perché alcuni oli costano così poco?

Nonostante queste considerazioni parlino chiaro, come è possibile che alcuni oli che si forgiano della qualità di extravergine, vengano venduti a prezzi stracciati, dai 3 ai 5 € al litro? Un prezzo così basso, nella grande maggioranza delle occasioni, significa olio o olive non italiane. Purtroppo accade che alcuni oli indicati come italiani, siano in realtà oli di provenienza comunitaria, di diversa qualità, sapientemente miscelati. Questo succede perché la normativa vigente non protegge adeguatamente chi produce veramente in Italia e, di conseguenza, i consumatori finali, dando la possibilità di spacciare olio in parte spagnolo, greco, turco o magrebino come olio nostrano.

Certezze sulla provenienza? Basta scegliere i piccoli produttori.

Sapere con certezza la provenienza di un olio extravergine d'oliva e delle olive scelte per produrlo è molto importante ed è uno dei pochi fattori in grado di garantirne la qualità. Per questo noi consigliamo di scegliere oli provenienti dalle piccole e medie aziende italiane, dove la filiera produttiva è chiara e sempre esplicitata. Quando abbiamo a che fare con un frantoio artigianale possiamo addirittura contattare il frantoiano e farci raccontare la sua passione, oppure andare a visitare la struttura e vedere con i nostri occhi il percorso che ogni singola oliva intraprende per diventare olio di qualità.

Per questo possiamo affermare con certezza che solo la scelta di un extravergine proveniente dalle piccole-medie aziende italiane, che antepongono sempre la qualità alla quantità, può dare l'assoluta certezza di avere sulle nostre tavole un olio sopraffino, sempre diverso... una vera spremuta d'olive!